Posts Tagged With 'Braille'

Nasce il giardino in braille agibile a ciechi e disabili

Press-IN anno III / n. 2626
Il Giornale di Vicenza del 06-10-2011

MONTECCHIO. Sarà ribatezzato “il parco dei sensi” quello che sorgerà in piazzale Collodi, concepito per essere utilizzato in piena autonomia anche da ciechi, ipovedenti e disabili.

Il giardino, la cui superficie sarà di 900 mq., è il primo in Provincia e sarà dotato di un particolare percorso per facilitare il passaggio ai diversamente abili. La scelta dei materiali, degli arredi, delle superfici calpestabili e delle specie vegetali è stata pensata per guidare gli ipovedenti in un percorso che garantisce sicurezza e accessibilità anche in presenza di handicap motori.

Pubblicato da: revellino 07 10 11 Nessun Commento »
Leggi Tutto

Scuola: esperti Bambino Gesu’, con e-book vantaggi pratici e di apprendimento

Press-IN anno III / n. 2335
Agenzia AdnKronos del 08-09-2011

ROMA. Zaino leggero, risparmio, sostenibilita’ dal punto di vista ambientale. Il libro elettronico, l’e-book, ha molti vantaggi pratici e va anche d’accordo con l’apprendimento. A promuoverlo sono gli esperti dell’ospedale Bambino Gesu’ di Roma. “Un e-book – evidenzia Stefano Vicari, responsabile della Neuropsichiatria infantile dell’ospedale pediatrico – offre numerose risorse in piu’ per un bambino. Sottolineare il testo, selezionarlo, attivare immediatamente delle ricerche nel web con un semplice tocco, sono solo alcune delle possibili attivita’ eseguibili per uno studente. Ma il vero vantaggio i libri elettronici lo manifestano proprio a favore di quei ragazzi che per un motivo o per un altro hanno un difficile rapporto con i libri. Un bambino che ha una difficolta’ di apprendimento potra’ ingrandire il carattere a piacimento, diversificare il contrasto tra sfondo e testo, aumentare la distanza tra le lettere o tra una riga e l’altra, cosi’ come attivare la funzione audio per ridurre le difficolta’ legate alla dislessia”. “Leggere, dunque, non ad alta voce pero’ – continua Vicari – a differenza di quello che viene spesso richiesto agli alunni. Leggere ad alta voce quando si hanno difficolta’ riduce la velocita’ di lettura e puo’ compromettere la comprensione del testo. Curare solo la forma, come ad esempio badare troppo a non fare errori spesso, riduce infatti l’attenzione sul contenuto del brano da apprendere. E questo vale per tutti, tanto piu’ per chi ha disturbi dell’apprendimento”.

Pubblicato da: revellino 14 09 11 Nessun Commento »
Leggi Tutto

Un’etichetta per dare più autonomia a chi non vede

Un'etichetta per dare più autonomia a chi non vede

Sono le idee più semplici quelle che fanno da battistrada per i cambiamenti epocali. E spesso queste idee sono le più criticate dai futurologi di turno, soprattutto quando l’idea diventa prima ideazione e poi prodotto. Un destino che ha accomunato la macchina a vapore, il treno, il telefono, la lampadina, il computer quando decise di diventare “personal” e di stare sopra o sotto una scrivania per cambiarci la vita. Tra le pochissime eccezioni il cinema e la radio che non a caso furono gli strumenti dei dittatori del XX Secolo per la “formazione del consenso” ai loro regimi.

Oggi una piccola grande invenzione si candida a diventare un fattore concreto di promozione sociale: è l’etichetta in braille per i capi di abbigliamento, naturale evoluzione delle confezioni farmaceutiche con puntinatura in rilevo che codifica per i ciechi i nomi dei farmaci.

Pubblicato da: revellino 29 06 11 Nessun Commento »
Leggi Tutto